B.J. Palmer

B.J. Palmer

La Chiropratica è una terapia manuale che concentra la propria attenzione sulle relazioni tra struttura (principalmente la colonna vertebrale) e funzione (coordinata dal sistema nervoso) e sul modo in cui tale equilibrio influenza il recupero e il mantenimento della salute. Un difetto biomeccanico del complesso vertebrale può compromettere l’equilibrio neuro-fisiologico dell’organismo e, quindi, può essere la causa di un infinito numero di problemi.

Il modello del complesso di sublussazione è alla base della terapia chiropratica; questo è fondato sull'idea che un disallineamento vertebrale possa causare una ridotta mobilità articolare e disfunzioni reattive di muscoli adiacenti e del sistema nervoso, il quale non è in grado di funzionare al meglio per colpa di queste "interferenze". La manipolazione vertebrale, principale strumento del Chiropratico, consiste nell'applicazione di forze con direzioni, ampiezze e velocità ben precise su specifiche articolazioni e sui tessuti adiacenti, allo scopo di ripristinare la funzionalità motoria e neurofisiologica dell'articolazione, che essa sia nella colonna vertebrale o negli arti. A sostegno della chiropratica e a dimostrazione della sua sicurezza ed efficacia per il trattamento delle cause funzionali, legate anche allo stile di vita e l’ambiente in cui viviamo, che possono produrre sintomi quali lombalgie, cervicalgie, cefalee ecc., si trova ormai una notevole documentazione scientifica.

 

La Chiropratica nasce nel 1895 negli Stati Uniti d’America ad opera di D.D. Palmer, il primo chiropratico dell’era moderna, e successivamente sviluppata e diffusa dal figlio, B.J. Palmer. Dopo cento anni dalla sua nascita, negli USA, si contano più di 70,000 chiropratici. La Chiropratica è attualmente, negli Stati Uniti e in Giappone, la professione sanitaria più diffusa tra quelle che non si avvalgono dell’utilizzo di farmaci o medicamenti, e grazie a istituzioni scolastiche riconosciute nel Regno Unito, Francia, Spagna e Danimarca (presto anche in Italia), sempre più Europei vengono a conoscenza di questa professione.

  D.D. Palmer

D.D. Palmer

 

Riconoscimento della Chiropratica - Articolo 2 Comma 355

Legge 24 Dicembre 2007, n. 244

"Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008)"

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28 Dicembre 2007 - Supplemento ordinario n. 285

SENATO DELLA REPUBBLICA

Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 Dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d'iniziativa del Governo, già approvata dal Senato e modificato dalla Camera dei Deputati:

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008)

...omissis...

Articolo 2

...omissis...

“È istituito presso il Ministero della salute, senza oneri per la finanza pubblica, un registro dei dottori in chiropratica. L’iscrizione al suddetto registro è consentita a coloro che sono in possesso di diploma di laurea magistrale in chiropratica o titolo equivalente. Il laureato in chiropratica ha il titolo di dottore in chiropratica ed esercita le sue mansioni liberamente come professionista sanitario di grado primario nel campo del diritto alla salute, ai sensi della normativa vigente. Il chiropratico può essere inserito o convenzionato nelle o con le strutture del Servizio sanitario nazionale nei modi e nelle forme previsti dall'ordinamento. Il regolamento di attuazione del presente comma è emanato, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, dal Ministro della salute.”